Municipio Roma I centro

Il Municipio Roma I Centro, in qualità di organismo di prossimità gestisce, nel territorio di competenza, diversi servizi fondamentali, tra i quali: demografico, sociale, scolastico ed educativo, culturale, sportivo e ricreativo, manutenzione urbana e delle aree verdi, nonché iniziative per lo sviluppo economico e funzioni di polizia urbana. Il Municipio rappresenta la propria comunità, ne cura gli interessi e ne promuove lo sviluppo, ispirando l’esercizio delle sue funzioni e attività all’esigenza di un costante miglioramento dei servizi resi al cittadino e ad una più facile accessibilità dei servizi stessi, anche mediante la rilevazione delle istanze del territorio e le iniziative di partecipazione e consultazione.

Il Territorio del Municipio Roma I Centro comprende i Rioni Borgo, Campitelli, Campo Marzio, Celio, Colonna, Esquilino, Ludovisi, Sallustinano, Monti, Parione, Pigna, Ponte, Prati, Regola, Ripa, S. Angelo, S. Saba, S. Eustachio, Testaccio, Trevi, Trastevere e parte di Castro Pretorio, il quartiere Della Vittoria e parte dei quartieri Trionfale, Ostiense ed Ardeatino.

👇👇👇
https://www.facebook.com/cioffaridimolfetta/

www.maurocioffari.it

IL PROGRAMMA

MAURO CIOFFARI

LUANA DI MOLFETTA

Municipio Roma I centro

Il/la Presidente del Municipio, eletto/a a suffragio universale e diretto, contestualmente alle elezioni del Sindaco e dei Consiglieri Capitolini, rappresenta il Municipio ed esercita le funzioni attribuitegli dai regolamenti capitolini, nonché le funzioni delegate dal Sindaco quale Ufficiale di Governo.

Il/la Presidente nomina gli Assessori del Municipio, convoca e presiede la Giunta municipale, ne promuove e coordina l’attività.

Distintivo del/della Presidente del Municipio è la fascia bicolore con i colori della Città di Roma e gli stemmi di Roma Capitale e del Municipio.

Il/la Presidente può partecipare alle adunanze dell’Assemblea Capitolina e delle Commissioni Capitoline, con diritto di parola”.

📌 La Giunta del Municipio è composta dal/dalla Presidente del Municipio – che la presiede, ne promuove e coordina l’attività, procede alla sua convocazione fissandone l’ordine del giorno – e da un numero massimo di Assessori (6), di cui uno con funzioni di Vice Presidente, pari ad un quarto dei Consiglieri assegnati. Il/la Presidente del Municipio nomina gli Assessori anche al di fuori del Consiglio del Municipio, purché non siano Consiglieri Capitolini, dandone comunicazione al Consiglio stesso nella prima seduta successiva all’elezione. La Giunta collabora con il Presidente del Municipio, in attuazione degli indirizzi generali del Consiglio, nel governo del Municipio, ed opera attraverso deliberazioni collegiali. Svolge anche una funzione propositiva e di impulso nei confronti del Consiglio Municipale e riferisce annualmente al Consiglio stesso sulla propria attività. La Giunta del Municipio, anche tramite i singoli Assessori, impartisce ai dirigenti le necessarie direttive ai fini dell’espletamento dei compiti loro assegnati.

📌 Il Consiglio del Municipio è l’organo di indirizzo e di controllo politico – amministrativo del Municipio. E’ composto dal Presidente del Municipio e da 24 Consiglieri.

I Consigli dei Municipi sono eletti, a suffragio universale e diretto, contestualmente al Presidente del Municipio e contemporaneamente all’Assemblea Capitolina.

📌 Il/la Presidente del Consiglio del Municipio, per l’assolvimento delle proprie funzioni, è coadiuvato da un Ufficio di Presidenza (composto dal Presidente stesso e da due Vice Presidenti – di cui uno con funzioni vicarie-eletti tra i Consiglieri, nella prima seduta del Consiglio).

Il Consiglio del Municipio è presieduto da un Presidente che viene eletto, tra i Consiglieri, nella prima seduta.

Lo Statuto prevede che, presso ogni Municipio, sia eletto un Consigliere Aggiunto, in rappresentanza degli stranieri, residenti o aventi domicilio nel territorio del Municipio, il quale ha titolo a partecipare, senza diritto di voto, ma con diritto di parola, alle sedute del Consiglio del Municipio”.

📌 Il Consiglio del Municipio può istituire Commissioni Consiliari Speciali e Permanenti.

Le Commissioni Speciali possono essere istituite per la trattazione di particolari argomenti; i lavori di tali Commissioni devono concludersi improrogabilmente nel corso del mandato del Presidente del Municipio.

Le Commissioni Permanenti sono istituite per un più incisivo svolgimento delle funzioni d’indirizzo e di controllo politico-amministrativo e per una più approfondita e specifica trattazione delle materie di competenza del Consiglio. Possono esercitare l’iniziativa degli atti di competenza del Consiglio e svolgono funzioni istruttorie, referenti, d’indirizzo e di controllo.

Ciascuna Commissione elegge, nella prima seduta, un Presidente e due Vice Presidenti.

La Presidenza delle Commissioni consiliari, aventi funzioni di controllo o di garanzia, va attribuita alle opposizioni. Il numero delle Commissioni consiliari Permanenti non può superare un quarto dei Consiglieri assegnati al Consiglio del Municipio”.