Risciò abusivi. Cioffari (Sinistra x Roma – SI): Sentenza TAR conferma indicazioni I Municipio.

risciò-2
Risciò abusivi. Cioffari (Sinistra x Roma – SI): Sentenza TAR conferma indicazioni I Municipio. 
L’invasione dei risciò e delle golf taxi per le strade del centro di Roma ora ha uno stop ufficiale. Sono abusivi, secondo la decisione presa dal TAR del Lazio in seguito ad un ricorso, se chi pedala questi velocipedi a tre ruore non è in possesso di una licenza di esercizio come previsto dalla Legge quadro n. 21/92. 
 
A darne notizia, in una nota, Mauro Cioffari, già capogruppo di SEL in I Municipio e candidato capolista di Sinistra x Roma alle ultime elezioni amministrative. Tra i promotori, nella scorsa consiliatura, assieme ai colleghi di SEL Graziella Manca e Jacopo Argilli, di una mozione che sollecitava il Comune di Roma a regolamentare le nuove forme di mobilità ecocompatibile adibite al trasporto di persone. 
 
“Il Consiglio del Municipio Roma I Centro”, ricorda Cioffari, “con la mozione n. 74 approvata all’unanimità l’8 ottobre del 2015 invitava l’amministrazione comunale a definire una regolamentazione per l’esercizio del servizio di trasporto persone con mezzi tipo bici risciò e golf car, aumentati in modo esponenziale negli ultimi anni in particolare nell’area di Via dei Fori Imperiali, in Piazza del Colosseo e nel Rione Monti”. 
 
“L’esigenza di tutelare complessi archeologici monumentali di particolare interesse storico, artistico ed archeologico, di assicurare le condizioni di decoro per la città di Roma e di sicurezza per i conducenti e per i trasportati, sollecitata dal Consiglio del Municipio Roma I Centro”, rammenta Cioffari, “trovava una parziale risposta nell’ordinanza del Commissario Tronca entrata in vigore il 25 novembre 2015 che vietava la circolazione di tali mezzi di trasporto”.
 
“La recente sentenza del TAR”, aggiunge Cioffari, “confermando la necessità anche per questo tipo di servizi di autorizzazioni comunali concesse attraverso bandi, sollecita la prossima amministrazione comunale a disciplinare l’esercizio del trasporto di persone mediante servizi pubblici non di linea aggiornando i regolamenti esistenti al fine di promuovere varie forme di mobilità sostenibile garantendone una disciplina condivisa”.
“Vigileremo”, conclude Cioffari, “affinché la prossima amministrazione comunale e municipale diano seguito a questa sentenza e alle prospettive che essa offre”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...