Salario accessorio, Cioffari, Argilli e Manca (SEL): Dal I Municipio appello a concludere celermente vicenda.

roma-panorama-imcIl Consiglio del Municipio Roma I Centro, convocato nella sede di Via della Greca, ha approvato all’unanimità una mozione proposta da Sinistra Ecologia Libertà – Sinistra Italiana sul salario accessorio dei Dipendenti del Comune di Roma. A darne notizia, in una nota congiunta, i Consiglieri Mauro Cioffari, Jacopo Maria Argilli e Graziella Manca (SEL – SI).
“La retribuzione dei dipendenti del Comune di Roma”, ricordano Cioffari, Argilli e Manca, “è composta di una parte tabellare legata al contratto nazionale e di una parte definita accessoria derivante dalla contrattazione decentrata. Con le precedenti amministrazioni la parte accessoria è stata distribuita anche per attenuare il dislivello tra la retribuzione ed il costo della vita dell’assenza di prospettive circa il rinnovo del contratto del pubblico impiego, ormai bloccato da molti anni”.
“Nel Comune di Roma”, continuano Cioffari, Argilli e Manca, “l’importo della quota da contrattazione decentrata incide, in media, in misura prossima al 30% della retribuzione finale. A seguito di una ispezione disposta dal MEF, è stato imposto al Comune di Roma di vincolare la corresponsione del salario accessorio al raggiungimento di specifici e concreti livelli di produttività e secondo tale ottica i servizi comunali e municipali sono stati organizzati ampliando la durata di apertura al pubblico e delle prestazioni prestate in forza di un atto unilaterale dell’Amministrazione comunale approvato nell’agosto 2014”.
“Il Governo Renzi”, dichiarano Cioffari, Argilli e Manca, “non ha previsto alcuna stabilizzazione del salario accessorio, né sono stati approvati emendamenti avanzati in tale direzione anche da parlamentari appartenenti al gruppo SEL-SI alla legge di stabilità. Il permanere di tale carenza normativa, unita all’attività commissariale conseguente il dimissionamento del Sindaco Marino, ha reso ancora più complicata la situazione. Tale inaccettabile condizione appare incompatibile con la rinnovata offerta di servizi e prestazioni che, così stando le cose, si tradurrebbe nello sfruttamento di lavoro non retribuito”.
“Invitiamo, con l’approvazione di questo atto”, concludono Cioffari, Argilli e Manca, “la Presidente del Municipio a rappresentare al Presidente del Consiglio dei Ministri la necessità di procedere con gli atti necessari affinché il Commissario Tronca possa procedere con celerità a concludere un corretto iter contrattuale con le parti”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...