Municipio I. Salvaguardare il presidio ASL per la salute mentale presso il centro di Via Montesanto n. 71 (ex Deposito ATAC).

Centro Salute Mentale Via Montesanto 2Municipio I. Salvaguardare il presidio ASL per la salute mentale presso il centro di Via Montesanto n. 71 (ex Deposito ATAC). Si è tenuto nella giornata odierna un sopralluogo della Commissione Politiche Sociali del I Municipio, congiuntamente alla Direzione del Dipartimento di Salute Mentale della ASL RME ed ai responsabili del Presidio, presso i locali di via Montesanto n. 71 che ospitano il Centro diurno e una Residenza dedicata a pazienti con disagio psichico.

“Esprimiamo il timore che la caduta della Giunta Capitolina possa costituire, nella prospettiva di una gestione commissariale della Città e della grave criticità gestionale di Atac, un pericolo per la permanenza presso lo storico Presidio per la salute mentale della ASL RME dei servizi a cittadini in condizione di particolare fragilità e alle loro famiglie”. E’ quanto affermano, in una nota congiunta, la Presidente della Commissione Politiche Sociali Antonella Pollicita, la Presidente della Commissione Urbanistica Annalisa Secchie ed il Presidente della Commissione Affari Generali Mauro Cioffari.

“E’ necessario ripristinare la corretta verità dei fatti” proseguono Pollicita, Cioffari e Secchi, “e pervenire ad un accordo per il mantenimento dei servizi, assolutamente possibile e voluto, ad oggi, sia dalla Asl che da Atac. Queste le conclusioni da tempo condivise dalla Commissione Politiche Sociali anche in seno alla Conferenza Sanitaria Locale della ASL RME”.

“La complessa situazione che da anni vede Atac ed ASL RME rivendicare il titolo di proprietà sui locali inseriti nel più vasto complesso dell’ex rimessa Atac di piazza Bainsizza, ma da sempre destinati a servizi sanitari e sociali, e la necessità di procedere comunque ad interventi di ristrutturazione, viste le condizioni di fatiscenza di parte dell’immobile, rischia di aggravarsi e precipitare con l’assenza di un interlocutore pienamente titolato a deliberare in materia. Per questo” concludono i
Consiglieri “in continuità con il lavoro svolto prima dell’estate e condiviso con il Sindaco, quale che sia la sorte dei Municipi nei prossimi mesi, ci impegneremo a sostenere in ogni sede, in primo luogo presso il Commissario di prossima nomina, l’istanza del mantenimento sul territorio dei servizi. L’alto valore terapeutico che, grazie al lavoro di anni ha portato ad una intensa interazione degli utenti con le varie realtà del quartiere, dal Mercato di via Sabotino al Centro Anziani limitrofo, dagli esercizi commerciali della zona, verrebbe vanificato arrecando estremo pregiudizio a utenti e famiglie”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...