Il Municipio I Roma Centro approva una mozione PD – SEL per il monitoraggio del progetto e della cantierizzazione del tracciato T3 della Metro C e per la salvaguardia del patrimonio ambientale, archeologico e storico.

cantiere-foro-colosseo-linea-C-2 (Copia)Il Municipio I Roma Centro approva una mozione PD – SEL per il monitoraggio del progetto e della cantierizzazione del tracciato T3 della Metro C e per la salvaguardia del patrimonio ambientale, archeologico e storico.

Tommaso Giuntella (Capogruppo PD I Municipio) e Mauro Cioffari (Capogruppo SEL I Municipio): “Apriamo un processo di partecipazione che coinvolga il Municipio I e i cittadini nel rilancio di una nuova strategia dei trasporti pubblici salvaguardando il patrimonio ambientale, archeologico e storico”.

“Denunciamo l’attegiamento ostruzionistico del Movimento 5 Stelle che ha tentato di non far votare l’atto, fino alla fine, in spregio al confronto proposto dalla maggioranza di centrosinistra”.

“La mobilità”, dichiarano Giuntella e Cioffari in una nota congiunta, “è uno dei fattori che maggiormente impattano sulla qualitá della vita dei cittadini”.

“Il progetto della metro C, che prevede 10 anni di lavoro per la realizzazione della tratta T3”, continuano Giuntella e Cioffari, “si proponeva di migliorare l’accesso alla città rendendolo ambientalmente piú sostenibile”.

“Il progetto definitivo del 2009 tuttavia”, affermano il Capogruppo del PD ed il Capogruppo di SEL, “é profondamente difforme dal progetto preliminare del 2003 e pertanto la Valutazione di Impatto Ambientale (VIA), predisposta sul progetto preliminare, necessita di essere aggiornata”.

Altre le criticità legate a questo progetto segnalate nella nota da Giuntella e Cioffari:

“Il finanziamento per la realizzazione del tratto San Giovanni – Colosseo è legato unicamente alla redazione del progetto esecutivo Colosseo – Piazza Venezia, e non dell’intera tratta ed il percorso di approvazione del progetto non e’ stato né partecipato né pubblico”.

“La Corte dei Conti, con Delibera del dicembre 2012”, aggiungono Giuntella e Cioffari, “si è posta il serio interrogativo se il rapporto costi – benefici di quest’opera sia ancora positivo. Il percorso e i finanziamenti della metro C sono sempre più incerti, rispetto agli obiettivi strategici con cui è stata originariamente tracciata la metro C, poiché il percorso iniziale Pantano-Tor di Quinto, di 42,2 Km e 41 stazioni, è stato ridotto nel cosiddettotracciato fondamentale Pantano-Clodio a 25,5 Km e 30 stazioni”.

“I lavori per la realizzazione della metro C”, continuano Giuntella e Cioffari, “prevedono, tra le altre cose, l’abbattimento di alberi secolari per realizzare il cantiere logistico della Stazione Colosseo e impattano su importanti beni Culturali presenti nell’area”.

“Considerato che l’intenzione dell’amministrazione di Roma Capitale è quella di trasformare la zona dei Fori Imperiali in un parco archeologico libero dal traffico veicolare e collegato al parco archeologico dell’Appia Antica”, concludono Giuntella e Cioffari,”riteniamo che il monitoraggio del progetto e della cantierizzazione del tracciato T3 della Metro C sia necessaria per la salvaguardia del patrimonio ambientale, archeologico e storico e sia utile per aprire un processo di partecipazione che coinvolga il Municipio I e icittadini nel rilancio di una nuova strategia dei trasporti pubblici”.

Tommaso Giuntella

(Capogruppo PD I Municipio)

Mauro Cioffari

 (Capogruppo SEL I Municipio)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...